WEBAX | WEB ARTICLE X

Le recensioni per i siti interessanti!

Gli italiani e il solare: 9 su 10 farebbero l’impianto

Gli italiani e il solare

E’ quanto emerge dall’8°rapporto “Gli Italiani e il solare” con focus su “Smart cities & green building: autoconsumo ed efficienza” realizzato da IPR Marketing e promosso dall`Osservatorio sul solare della Fondazione UniVerde e con il sostegno di Yingli Green Energy, presentato a Roma nell’ambito di ZeroEmission 2012. I dati mostrano una particolare sensibilità degli italiani verso l’energia solare vista come una concreta alternativa alle risorse energetiche non rinnovabili. Il 90% degli intervistati ritiene infatti che quella solare sia un’energia di gran lunga più sicura e maggiormente compatibile con l’ambiente rispetto alle fonti energetiche tradizionali per il 96%. Da qui la disponibilità ad installare un impianto fotovoltaico a casa propria usufruendo degli incentivi statali che secondo l’84% il Governo dovrebbe riconfermare.
I dati raccolti da IPR mostrano anche una ottima predisposizione degli italiani nei confronti della bioedilizia. Il 92% degli intervistati ritiene che sia un aiuto concreto per salvaguardare l’ambiente grazie anche all’abbattimento degli sprechi energetici nelle abitazioni. Se da un lato c’è l’unanimità nel voler ridurre gli sprechi dall’altro però c’è una spaccatura sulla conoscenza dei consumi della propria abitazione.  Alla domanda “Sa quanta energia consuma la sua casa ovvero quanta energia serve ogni mese per riscaldarla e rinfrescarla, produrre acqua calda e illuminarla?” il 46% afferma di conoscere i propri consumi e di starci attento, mentre il 49%  confessa di essere impreparato ma di essere pronto a saperne di più.

Inoltre se il 78% degli italiani intervistati ritiene necessario effettuare interventi per migliorare l ‘efficienza energetica della propria abitazione per ridurre gli sprechi, il 75% ritiene tali interventi si necessari ma non fondamentale a causa della crisi economica degli ultimi anni.

Restano ancora per lo più sconosciute le “smart grids” ovvero le “reti intelligenti” che consentono di produrre energia sicura, conveniente e pulita in proprio. Ben l’87% ignora cosa siano e solo il 6% ne è a conoscenza.

staff • Ottobre 15, 2012


Previous Post

Next Post