Le recensioni per i siti interessanti!

mercatinousato-riuso-online

Mercatino dell’usato: trend in crescita

mercatinousato-riuso-online

Quanti oggetti avete in casa che a voi non sono più utili ma che potrebbero far comodo ad altri? Una scrivania un po’ retrò, una cassapanca che non vi piace più, un elettrodomestico, gli abiti di vostro figlio ormai diventato grande.

Basta guardarsi attorno ed è tutto un proliferare di attività che commerciano e scambiano oggetti usati: fiere dell’usato, giornali specializzati, mercatini dell’usato. Forse è una moda, forse il fascino dell’affare e dell’oggetto vissuto legato ad una sua storia, magari l’opportunità di risparmio o di guadagno.
Sta di fatto che è un mercato in rapida crescita sia per una ragione economica sia per una precisa tendenza del mercato e dei consumatori.

Le ragioni di questo sviluppo sono diverse e in primo luogo va considerato l’aspetto economico. La crisi economica che ha colpito il mondo intero in questi ultimi anni sta infatti portando le persone ad avvicinarsi ai mercatini dell’usato, soprattutto per una questione di risparmio.
In Italia però questo tipo di commercio fu inizialmente snobbato per un fatto culturale, agli italiani sembrava sconveniente comprare merce di seconda mano.

Nel corso degli anni però il mercato dell’usato si è evoluto verso un modello di negozio con oggetti puliti e selezionati. Il fenomeno si è quindi inserito stabilmente nel tessuto economico e sociale del paese per cui, oggi, in un mercatino dell’usato si trovano tutti i ceti sociali. Migliaia di persone portano cose in vendita incassando soldi e acquistando, se lo desiderano, altri oggetti utili. Vendere ciò che non si usa più ha un valore non solo economico ma anche e soprattutto ecologico. Il riuso delle cose è una forma di prevenzione, rispetto allo smaltimento di cose che, con questo sistema, possono tranquillamente essere riutilizzate senza alcuna trasformazione. E ciò comporta un notevole risparmio di energia e risorse.

La crisi che stiamo vivendo in questi anni, oltre che economica è soprattutto culturale e ha messo in discussione il modello di consumismo divenuto economicamente ed eticamente insostenibile, ponendo in primo piano la necessità di rispettare l’ambiente.

Il riuso è pertanto un sistema economico, etico e ecologico.
E il mercato dell’usato è diventato un mercato di serie A!

All’estero i mercatini dell’usato sono una realtà molto vasta e variegata, non di rado ottimamente integrata con il tessuto sociale. Si possono ritrovare forme diverse di mercatini dell’usato: dai garage sales o thrift shop (negozi frugali) negli USA agli op shop in Australia (da opportunity shop: negozio dell’occasione) fino ad arrivare ai second-hand shop (negozio del seconda mano) e charity shop (negozio di beneficenza) nel Regno Unito. In Italia esistono due grandi catene in franchising: Mercatino compravendita usato, che conta circa 200 punti vendita ed opera dal 1995 e Mercatopoli, che ne conta un centinaio circa.

Negli ultimi anni la diffusione di Internet ha preso il sopravvento anche in questo settore e sono nati molti siti di mercatini dell’usato on line. Questi siti permettono di registrarsi e pubblicare gratuitamente l’annuncio dell’oggetto che si intende vendere corredandolo di foto e descrizione fisica. Gli utenti interessati potranno contattare l’inserzionista in privato senza che sia necessario pubblicare dati personali come e-mail o numero di telefono.

Tra i più frequentati dagli utenti dell’etere ci sono Portobello Shop e Triciclo dove si può trovare un vasto assortimento di articoli e prodotti rigorosamente usati. Dall’ abbigliamento, libri, casalinghi, elettrodomestici fino alla vendita di antiquariato e modernariato e Bici Usate.
Insomma quello dell’usato è diventato un mercato di serie A!

staff • giugno 25, 2016


Previous Post

Next Post