Le recensioni per i siti interessanti!

torre-annunziata-guida

Scopri cosa visitare a Torre Annunziata

Cosa visitare a Torre Annunziata

Se non avete ancora deciso dove trascorrere le vostre vacanze noi una idea ce l’abbiamo: Torre Annunziata!

Torre Annunziata è un comune dell’hinterland napoletano che sorge ai piedi del Vesuvio e si affaccia direttamente sullo spettacolare Golfo di Napoli. Le sue origini sono legate a quelle dell’antica Oplonti, città romana distrutta dall’eruzione del Vesuvio del 79 d.C. L’attuale toponimo deriva dalla Torre dell’Annunciata, fatta edificare durante la dominazione Angioina.

Ecco 5 buoni motivi per visitare Torre Annunziata:

  1. Gli scavi archeologici di Oplonti

Il Parco Archeologico di Oplonti, un sobborgo dell’antica Pompei, ospita la villa imperiale di Poppea, una villa residenziale attribuita a Poppaea Sabina, seconda moglie dell’imperatore Nerone, che si è mantenuta in ottimo stato e che si caratterizza per l’estrema raffinatezza dei temi pittorici rappresentati; una villa rustica attribuita a L. Crassius Tertius, nella quale, accanto a numerosi corpi di vittime dell’eruzione, è stata rinvenuta una notevole quantità di monete in oro e argento, assieme a numerosi pezzi di finissima oreficeria;  una struttura termale, presso l’ Oncino, sotto le attuali Terme Nunziante, attribuita al console M. Crassus Frugi. Gli scavi di Oplonti sono stati inseriti tra i beni che l’UNESCO ha definito “Patrimonio dell’Umanità” e sono oggi una delle più importanti testimonianze della ricchezza che in queste terre esisteva in epoca romana.

  1. Le Terme di Torre Annunziata

Scoperte nel 1831 da un ministro del Regno di Napoli, appassionato di ricerche idrologiche, le acque di queste Terme ottennero tanta fama che il re Ferdinando II fece prolungare la ferrovia Napoli-Portici perché gli ammalati potessero raggiungere Torre Annunziata per curarsi con le terapie termali. Le sue acque sono ricche di acido carbonico e di cloruro di sodio e sono indicate per la cura di malattie della pelle, dell’apparato digerente, delle vie respiratorie e dei sistemi muscolare e scheletrico.

  1. Basilica Ave Gratia Plena (o Santuario della Madonna della Neve)

La basilica Ave Gratia Plena è un luogo di fondamentale importanza spirituale e religiosa per Torre Annunziata. Venne costruita originariamente nel 1319 ad opera del principe Nicolò D’Alagno, con il nome di “chiesa dell’Annunciata”. La sua importanza è dovuta al culto della Madonna della Neve, a cui è dedicato il santuario. Secondo la tradizione popolare, il 5 agosto del 1354, nel giorno della festa della Madonna della Neve, l’effigie fu trovata da alcuni pescatori nelle acque antistanti lo scoglio di Rovigliano, rinchiusa in una cassa; si decise quindi di custodirla nella chiesa dell’Annunziata, dedicata da allora alla Madonna. Inoltre la sua protezione è stata invocata anche in occasione delle frequenti eruzioni del Vesuvio. In particolare ogni anno viene ricordato il miracolo del 22 ottobre 1822 che salvò la città dall’ennesima eruzione. In questo giorno, diventato festa votiva dei cittadini, si festeggia con fuochi e celebrazioni.

  1. Musei e luoghi d’interesse storico a Torre Annunziata

Oltre al Parco Archeologico sono numerosi i siti di interesse culturale, storico e monumentale a Torre Annunziata: il Museo Storico delle Armi, la Real Ferriera, il Fortino di Oncino, la Torre di Rovigliano, la Cripta dell’Annunziata e gli Ipogei della Cappella della Pietà, di Santa Maria delle Grazie e di Santa Maria Addolorata. Molti sono anche gli antichi palazzi che raccontano la storia di questo comune che ha da sempre avuto nella presenza della stazione termale e delle spiagge la sua principale fonte di ricchezza.

  1. Le spiagge di Torre Annunziata

E dopo tanto girovagare è doveroso concedersi un po’ di relax! Tanti sono i lidi a Torre Annunziata dove potersi rilassare e godersi lo scenario mozzafiato del Golfo di Napoli. I principali sono: Nettuno Lounge Beach, Lido Rinascenza, Lido Azzurro e Lido Risorgimento.

Buone vacanze!

torre annunziata

staff • agosto 18, 2016


Previous Post

Next Post